Descrizione

Luca Lanfredi, Il coraggio necessario - Giugno 2019

In movimenti lenti, quasi impercettibili, i versi si aprono e si chiudono, lasciando tracce che sono, di volta in volta, rivelazioni d’esistenza, trasalimenti, ipotesi di realtà, domande o misteriose verità capovolte, come in una pellicola in cui i soggetti escono improvvisamente fuori campo, eppure qualcosa resta della loro presenza: un’ombra, una voce, un gesto. Ed è proprio attorno a ciò che resta che ruotano i versi di Luca Lanfredi: essi sono le conseguenze di una sparizione, e la parola – per il poeta, ma in fondo per tutti noi – diventa un fantasma inafferrabile.

(Dall'Introduzione di Mauro Germani)

A LUCE INCIDENTE

Fuori la neve, sopra il portone aperto,
sopra il berretto di quell'uomo attento
a ripassare la traccia del sentiero.

L'ombra del giorno è un ventre che si allunga.

Bianca la casa, stravolta dalla quiete.

˚˚

LE GRIDA

Il principio è stato il termine:
quel riposo inquieto che ci ha avvolti
nel nostro domandare e farci ombre.
Non altro.
Un mare in piena, uno stridere di terra,
– il provare di nuovo a respirare, ad assaggiare,
che, presto, tutto ciò sarà concluso.

(Estratto da L.L., Il coraggio necessario)

Luca Lanfredi è nato nel 1964 e vive e lavora a Brescia.
Ha pubblicato la raccolta Il tempo che si forma (L'Arcolaio, Forlì 2015) con prefazione di Giacomo Cerrai (finalista al 3° Premio Internazionale di letteratura Città di Como; finalista alla III edizione premio "Solstizio" per opera prima di Fondi).
Una breve silloge, A mezza luce, è uscita in formato e-book nel maggio 2009 per Clepsydra Edizioni.